Eliminare il gonfiore addominale

BIA: cos’è?
17 Giugno 2020
La tua palestra Plastic Free
5 Ottobre 2020
Mostra tutto

Eliminare il gonfiore addominale

Il gonfiore addominale è un problema che affligge molti. Alimentazione sbagliata, intolleranze alimentari, intestino irritabile, stile di vita poco equilibrato, stress: tante possono essere le cause della pancia gonfia, ma dopo essersi assicurati di migliorare la qualità di quello che ingeriamo con l’aiuto di un nutrizionista, per esempio, c’è anche altro che può aiutare.

Alcuni accorgimenti nella dieta potranno dare nel giro di poche settimane risultati soddisfacenti, ma non basta. E’ importante adottare i giusti comportamenti durante la vita quotidiana, prediligendo l’attività fisica il più possibile e riducendo al minimo le situazioni di sedentarietà.
Utilizzare la bicicletta, fare lunghe passeggiate, utilizzare le scale al posto di ascensori e scale mobili (insomma, cercare di muoversi in ogni occasione possibile), sono un ottimo rimedio contro i gonfiori addominali, perché stimolano metabolismo e contribuiscono a migliorare la digestione degli alimenti.

Ci sono anche degli esercizi mirati che, attuati con regolarità, possono aiutare a diminuire il gonfiore addominale. Ve ne consigliamo 3.

Il primo è il più famoso e classico tra tutti gli esercizi che si svolgono in palestra: eseguire gli addominali nella classica posizione supina, con gambe piegate, mani intrecciate dietro alla nuca, aiuta moltissimo. Ricordatevi di inspirare ed espirare regolarmente e non piegate mai il collo verso il petto.

Anche il secondo esercizio aiuta a rafforzare gli addominali: in posizione supina, tenete le gambe stese e appena sollevate da terra; eseguite il movimento a forbice dall’alto verso il basso e viceversa.

Terzo esercizio: eseguire movimenti di torsione del busto con un semplice bastone poggiato dietro la testa in prossimità delle spalle. Il movimento corretto può essere svolto in posizione eretta o seduta, inclinando leggermente il tronco avanti, ruotando da destra verso sinistra e viceversa. È opportuno mantenere il movimento con un ritmo inizialmente lento e di breve escursione, per abituare i muscoli, soprattutto quelli lombari. Aumentare il volume dell’allenamento in base al progresso raggiunto. Non applicare alcun genere di sovraccarico.